• 031 3630294
  • 348 2485008 - 320 7060360
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Lun - Sab 08:30–12:00, 14:30–19:30 Dom 15:00-19:00

TRATTAMENTI TAPPETI PERSIANI ORIENTALI

Smacchiatura: Il tappeto, è un tessile di difficile manutenzione durante il suo ciclo di vita può capitare che si macchi, a causa di un animale domestico, di cibi o bevande versate sbadatamente; bisogna quindi affidarsi a dei professionisti per effettuare un trattamento specifico.

Trattamento tappeti persiani
Decolorazione: Intervenendo subito con un lavaggio particolare di quattro fasi, si può risolvere il problema delle sbavatura dei colori. In questo modo si interviene soltanto sui colori emigrati, lasciando intatti gli altri.

Trattamenti tappeti orientali
Ricolorazione: Dopo anni di esposizione alla luce solare, i tappeti possono perdere parzialmente o totalmente i colori. 

In questi casi si ricorre ad un lavoro delicato e di alta precisione, la ricolorazione, la quale viene eseguita da persone qualificate.

Ci sono due metodi differenti per eseguire la ricolorazione, tramite tinte naturali e tinte sintetiche:

Le tinte naturali
L’arte di creare tinte naturali è un’arte affascinante e antica nata più di quattromila anni. Prima del ventesimo secolo, negli impianti tradizionali le tinte base venivano prodotte secondo la ricetta tramandata di generazione in generazione. Uno dei più importanti agenti coloranti era la robbia, una pianta comune che cresce selvatica in tutto il Medio Oriente e fornisce la base per il rosso e le sue diverse sfumature e per il rosa ed il porpora.
Questo processo di tintura Erbacea Vegetale era ed è ancora Naturale, non chimico, non allergico e non acido. In conclusione, i coloranti Naturali, utilizzati correttamente, sono assiomatici. Meglio utilizzati per combinazioni armoniose.

Tinture sintetiche
Il grande cambiamento avvenne grazie ad un chimico Tedesco il notò che distillando il catrame di carbone e trattando il distillato con polvere di varechina otteneva un blu brillante. Sfortunatamente, le prime tinture rendevano la stoffa troppo rigida ed asciutta, ed il colore stingeva velocemente.

Attorno al 1870, le tinte sintetiche presero piede nelle regioni costiere della Turchia, diventando presto un articolo di commercio popolare sulla via della seta e nelle regioni del Caucaso. Nel 1940, le tinte di cromo furono migliorate utilizzando il bicarbonato di potassio, che permetteva lo sfruttamento vasta gamma di tinte intense ed indelebili le quali non erano dannose per la lana. Durante il corso degli anni sono state create numerose formulazioni di tinte sintetiche, le quali ora offrono interessanti e sensibili tavolozze di colori che nessuna tinta vegetale può offrire.

La tinta sintetica non provoca la disintegrazione delle fibre del tappeto, tutt'altro, mantiene al meglio la sua raffinatezza e bellezza nel corso del tempo.

Via A. Volta, 56 - 22066 Mariano Comense (CO) • T. 031 3630294 • C. 348 2485008 - 320 7060360 • info@organizzazionepersia.net

P.IVA 03743900965 • Realizzato da Studio MG

© 2019 Organizzazione Persia. Tutti i Diritti Riservati.